Truffe con opzioni binarie? Ecco come evitare i problemi

Come evitare le truffe e vincere con le opzioni binarie

Il settore opzioni binarie è stato per molti anni una giungla totale ed è imponente la quantità di contenziosi fra broker e clientela.

Attualmente la situazione è notevolmente migliorata, sul mercato esistono diverse società autorizzate della Consob e regolate dal Cysec di Cipro.
Queste license sono una buna garanzia di affidabilità
Con il broker, analogamente a quanto accade con una banca o un’assicurazione,  prima o poi capita di avere una controversia.

Non si può escludere a priori che il broker non sia in malafede e scegliendo broker regolamentati si limita molto questo rischio.
Spesso il problema lo crea il cliente con comportamenti non aderenti alle condizioni contrattuali (che molti neppure leggono).

Segnaliamo le più frequenti questioni che si aprono con il broker e come risolverle.

I red Flag Antiriciclaggio – I dati non combaciano…

La normativa europea (ma in generale in tutto il mondo occidentale) è molto ferrea contro il riciclaggio di denaro.
Tutti i broker vi chiederanno prova di identità, di residenza (solitamente una bolletta di un’utenza) e in caso di utilizzo di carta di credito una prova di esistenza fisica della carta.
I principali comportamenti da evitare:

  • Registrarsi con Dati Falsi. Quando andrete a prelevare i red flag dell’antiriciclaggio bloccheranno qualsiasi prelievo. Il broker in questo caso ha poco margine di manovra.
  • Depositare con una carta di credito con nominativo diverso. Anche in questo caso i red flag dell’antiriciclaggio bloccano il prelievo. E’ vero che in molti casi avete usato la carta di credito di vostro marito o di vostra moglie per finanziare un account a vostro nome, evitatelo tassativamente. Tutto deve combaciare, nominativo dell’account, origine del denaro di deposito, destinazione dei prelievi.
  • Evitate di depositare con carte di credito che scadono a breve termini. Problemi con carte di credito scadute e non rinnovate. Il Broker che riceve deposito tramite carta di credito solitamente rimborsa sulla stessa carta fino al limite del deposito ricevuto, per l’eccedenza invia un bonifico ad un conto con lo stesso nominativo. Se nel frattempo la vostra carta è stata smarrita o è scaduta può nascere un problema.
  • Se il deposito è stato fatto da un conto corrente il broker rimborserà sullo stesso conto corrente.
  • Evitate richieste atipiche è il modo migliore per non fare scattare i red flag anti riciclaggio

Ho accettato i bonus e ora non posso prelevare…

Veramente c’è ancora chi può pensare che qualcuno gli regali migliaia di euro senza una ragione? A quanto pare Sì!
I Bonus sono la principale strategia di marketing del Broker, e faranno di tutto per farveli accettare.
Quello che è importante sapere è che dopo aver accettato il bonus i prelievi sono possibili solo dopo avere tradato un volume che varia dal 20 a 60 volte (in base al broker e all’entità del bonus) l’importo ricevuto. Immaginando di avere depositato 1000 euro e avendo accettato un fantastico bonus del 100%, vi trovate 2000 euro sul conto.
Ben prima di poter prelevare dovreste mediamente avere aperto posizioni per 30’000 euro.
Questo significa che non potrete giocare il vostro gioco naturale, immaginiamo puntata minima 25 euro, in questo caso per arrivare a 30000 euro sono 1200 operazioni.
Certo potreste alzare l’investimento di ciascuna operazione, ma con 2000 euro il massimo che ragionevolmente potete provare a fare è portala a 50 euro, e siamo sempre a 600 operazioni.
In pratica finirete esclusivamente a investire sulla 60 secondi, altrimenti non arriverete mai al montante di volume.
La 60 secondi però è l’opzione più difficile da indovinare e solo trader scalper esperti riescono veramente a dominarla. L’approccio alla 60 secondi dovrebbe essere ad investimento più piccolo possibile e richiede disciplina totale.
Quando e se decidete di accettare un bonus, verificate le condizioni attentamente e fate due calcoli sul volume di operazioni per cui vi impegnerete.

Ho seguito i consigli dell’Account Manager (o del Sistema automatico, o di vatteloapesca) e ho perso!

Questo è un classico esempio di cattiva gestione del rapporto con l’Account Manager, o di vero e proprio pessimo Account Manager.
L’account manager non è un esperto di trading, nessuno ve lo dice, ma è così nel 99% dei casi. Sopratutto l’account manager che vi contatta subito dopo la registrazione al portale del broker ha un livello di conoscenza del trading e dei mercati molto limitato, ha seguito il più delle volte un mini corso di 5 giorni sulle tecniche di marketing.
Difficilmente l’account manager vi dirà esplicitamente di aprire questa o quella posizione (in quanto è totalmente illegale e rischierebbe lui stesso il posto di lavoro), piuttosto vi presenterà delle analisi di terze parti (es: Non so se ha saputo che ieri l’agenzia tal dei tali ha espresso una valutazione su EUR/USD indicando un target price a TOT che dovrebbe far pensare ad una discesa/salita a breve termine).
L’account manager lavora per il broker e non è quasi mai un esperto di analisi tecnica, per cui è assolutamente normale che investendo senza criterio perderete. L’opzione binaria, se non supportata da uno studio serio di analisi tecnica e dal costante aggiornamento delle notizie di mercato, diviene solo una scommessa con un payout del 90% e la statistica dice che più giocate e più perderete.
Il rapporto con l’account manager deve essere il rapporto corretto fra voi cliente e lui rappresentante del broker.
L’account manager non è il vostro confessore, non è il vostro amico del cuore ed il suo stipendio non è legato alle vostre perdite o vincite.
Il ruolo dell’account manager è acquisirvi come clienti reali, farvi depositare ed interfacciarsi con voi per tutte le questioni, che poi perdiate o vinciate all’account manager interessa relativamente, non è questo il suo ruolo.
Se l’Account Manager si è comportato in modo non professionale potete segnalarlo direttamente al Broker, spesso risolverete il contenzioso se riuscite a provare (email, registrazioni di conversazioni, etc) che l’investimento in perdita è causato da un abuso del ruolo dell’account manager e da sue dirette indicazioni di trading. 

Analogo discorso per i sistema magici, automatici etc. che potete trovare offerti dal Broker o su internet gratuitamente o a pagamento.

Se voi foste a conoscenza del metodo matematico di battere la roulette lo usereste per diventare ricchi, cercando di non farvi troppo notare o lo sbandierereste ai quattro venti? I trader vincenti i loro sistemi se li tengono per loro, se divenissero di pubblico dominio i broker agirebbero di conseguenza per annullarne il vantaggio.
Tutti i sistemi, i segnali, le analisi e le informazioni finanziarie possono essere utili, ma raramente possono essere utilizzati in modo automatico, vanno sempre contestualizzati. 

Il prezzo reale di mercato è diverso da quanto il broker è disposto a vendere un’opzione.

Pochi broker (24Option è fra questi) vi consentono di aprire la posizione ai prezzi reali di mercato, quasi tutti i proporranno l’apertura dell’operazione ad un prezzo leggermente diverso (con spread quindi) che va inteso come il prezzo al quale il broker è disposto ad accettare l’apertura della posizione.
Nelle condizioni contrattuali solitamente trovate qualcosa del tipo ‘The levels we present on our site are the ones XXXX is willing to sell options at, they are not the real time market levels’.
L’importante è saperle le cose e regolarsi di conseguenza nelle proprie decisioni di trading.

Problemi con la piattaforma hanno causato perdite

Uno dei motivi per cui è bene approcciarsi al broker con attenzione è proprio la qualità della piattaforma. Una piattaforma instabile o lenta potrebbe rivelarsi un grande problema per la qualità del vostro trading binario. La verità è che ormai questo era un problema del passato, ormai tutti i broker sono dotati di piattaforme eccellenti.
Con il lancio della nuova piattaforma 2016 IqOption sta vincendo premi su premi, sia sul front web che su quello mobile.
Chiaramente più le piattaforme sono evolute e più richiedono Computer aggiornati, quindi se avete un hardware datato in alcuni casi potrebbe andare bene una piattaforma più snella tipo quella di OptionWeb.

Tempi Lunghi per il Prelievo

Ormai con la regolamentazione del settore i contenzioni per problemi di prelievo si riducono quasi sempre a questioni legate ai red flag dell’anti riciclaggio.
Comunque i broker di opzioni binarie non sono esattamente dei fulmini in fatto di pagamenti, e l’attesa di una settimana, dieci giorni,  fra la data richiesta e l’invio effettivo sul vostro conto è la media. I broker più affidabili per tempi di prelievo rapidi, sono OptionWeb,  24Option,   IqOption.
In generale con tutti i broker che vi consigliamo se non date dati falsi e non pretendete di ricevere pagamenti su conti diversi da quelli con il quale vi siete registrati inon avrete problemi di alcun tipo al prelievo.

Come risolvere rapidamente, quasi ogni contenzioso (delle persone normali)

Ammesso che effettivamente non ci sia stata da parte vostra una cattiva interpretazione dei termini contrattuali e che effettivamente vi troviate in una situazione in cui un broker sta tirando per le lunghe una situazione in modo esasperante, se avete seguito i nostri consigli sicuramente state tradando con un broker regolamentato.
In questo caso che è molto raro per i broker con licenza, basterà preparare delle lettere da inviare alla Consob e al Cysec (in inglese), possibilmente corredate dalle prove di quanto affermate. A quel punto inviate questo materiale al vostro account manager e lo informate che state per inoltrare un esposto agli organi di vigilanza, a meno che non si trovi una soluzione conciliatoria entro una settimana.
Immaginando che non siete uno sceicco arabo e che probabilmente il vostro contenzioso è sotto i 20’000 euro, nel 99% dei casi il Broker cercherà di contattarvi per risolvere la questione.
Nessun broker regolamentato si mette a rischiare una revoca della licenza con leggerezza.

 

Share the joy